Abitudini nei bambini

abitudini nei bambini

Le abitudini nei bambini sono importanti per il loro benessere. E lo sono anche per noi. Si pensi a quanto la nostra vita si sconvolgerebbe se all’improvviso dovessimo cambiare casa o città, tutti i nostri ritmi si modificherebbero, almeno per un certo periodo di tempo, fino a quando non riusciremmo a ritrovare nel nuovo ambiente quei modi di vivere che ci fanno stare bene.

Le abitudini nei bambini

Le abitudini nei bambini sono il punto di riferimento di ogni loro azione. Ogni momento della vita di un bambino in età evolutiva è scandito da ritmi, che se modificati, possono causare squilibri e tensioni. Si pensi al ritmo veglia-sonno: un neonato che dorme poco, cresce più irrequieto e piange molto di più di un neonato che dorme e sta sveglio secondo ritmi adeguati.

Allo stesso modo, un bambino in età scolare ha le sue abitudini: la scuola, la ricreazione, il pranzo, il gioco, i compiti, lo sport. Tutto è scandito da momenti ben definiti che rassicurano figli e anche genitori.

Cattive e buone abitudini

Imparare le cattive abitudini è molto più facile (e a volte più divertente) di impararne di buone. In effetti per una mamma risulta più difficile modificare il comportamento di un bambino con cattive abitudini rispetto all’insegnare nuove buone abitudini partendo da zero. Faccio un esempio sull’abitudine dell’ora della nanna. Se un bambino è sempre stato abituato ad andare a letto tardi, sarà difficile “insegnargli” ad andare a dormire prima, soprattutto se nella cattiva abitudine è inclusa la tv. Invece, abituare un bambino di un anno e mezzo ad andare a letto alle 20:30 con una regola è molto facile e sicuramente lui stesso chiederà di andare a dormire a quell’ora anche quando sarà più grande. Dunque, per non farci sopraffare da bimbi s-regolari, impariamo a dare delle regole chiare e soprattutto efficaci già dopo il primo anno di vita, prima che le cattive abitudini prendano piede!

Come cambiare le abitudini nei bambini?

Ma come possiamo modificare le abitudini cattive e trasformarle in buone? Qualche suggerimento ci viene dato in un articolo dal titolo Come insegnare ai bambini le buone abitudini, in cui si pone l’accento sul fatto che la punizione serve a ben poco se vogliamo modificare un comportamento, mentre si ottengono maggiori risultati se coinvolgiamo il bambino in modo creativo, giocando con lui, lodandolo e premiandolo.

Fermo restando che ogni situazione è unica e unici sono i protagonisti che la vivono, credo comunque che questo atteggiamento di lode e di incoraggiamento creativo sia un ottimo modo per ottenere grandi risultati. Pensate a quante volte avete rimproverato o messo in punizione i vostri figli per aver lasciato tutto in disordine e alla fine non avete ottenuto nessun risultato. E quando il bambino si comporta male? Semplicemente ignorate il comportamento e cambiate rotta incanalando l’attenzione sul gioco 🙂 Provate e vedrete che andrà meglio.

Leggi anche: I bimbi pasticcioni sono più intelligenti

 

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>