Educazione alla visione: buone norme per una visione sicura

educazione alla visione

La lettura, lo studio, la visione della tv o l’utilizzo del pc implicano lo sforzo della vista. Gli occhi ci permettono di vedere, di scoprire, di curiosare leggendo un libro, guardando un film, o ammirando un paesaggio, sono organi da custodire e proteggere. Ecco alcune norme di educazione alla visione da tenere sempre a mente.

  • Alzare lo sguardo ad intervalli regolari durante la lettura e scrittura per rilassare e mantenere elastica la visione scrivere impugnando la penna a due centimetri dalla punta, per vedere cosa si sta scrivendo, senza inclinare troppo a lato la testa e il busto
  • Rispettare la giusta distanza quando si legge da vicino. E’ facile, basta appoggiare il pugno sotto il mento e il gomito sul tavolo
  • Utilizzare un piano inclinato di 20° soprattutto durante la lettura per mantenere il corretto parallelismo tra volto e libro, riducendo in avanti l’inclinazione del corpo
  • Sedersi correttamente piedi uniti per terra schiena dritta gomiti stretti, e utilizzare un illuminazione dalla parte opposta della mano di scrittura per evitare ombre sul foglio
  • Utilizzare materiale scolastico ( quaderni penne e matite ) con approvazione di qualita’ ( norma ISO ) prodotti e studiati da Federottica con lo scopo di favorire una corretta visione come la cartellina leggio L.I.V.
  • Guardare la televisione ad una distanza pari 7 volte l’altezza dello schermo con una luce sempre accesa per ridurre il contrasto e mantenere una percezione visiva periferica
  • Utilizzare il computer ad una distanza pari 4 volte l’altezza del monitor e con il bordo superiore all’altezza degli occhi per permettere di guardar lontano e quindi il rilassamento visivo.

Fonte: http://www.effettoottico.com/cultura_visione_bambini.html

 

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>