Divertirsi con i compiti per le vacanze. Come invogliare i bambini a studiare anche durante le vacanze

divertirsi con i compiti per le vacanze

Arrivano le vacanze e finalmente, dopo nove mesi di “stress” scolastico, ci si può rilassare. Mare, parco giochi, calcio, tv e soprattutto…niente compiti.

Attenzione però che tralasciare per quasi tre mesi consecutivi le attività didattiche potrebbe rivelarsi controproducente e, arrivato settembre, il panico dilaga. Interi libri delle vacanze non ancora aperti, esercizi interminabili di matematica e grammatica da eseguire, per non parlare dei libri che l’insegnante ha consigliato, o meglio ha costretto a leggere!!! AIUTOOOO!!!

E allora come invogliare i bambini e i ragazzi a studiare in estate? Di certo non è facile divertirsi con i compiti per le vacanze, ma non è impossibile.

Ecco i miei suggerimenti:

1) Evitate di chiudere in una stanza i vostri bambini per due ora al giorno da dedicare allo studio, vi assicuro che quel tempo sarebbe sprecato. Risultato? Odieranno sempre di più la scuola e i compiti. Piuttosto suggerite loro di invitare a casa 2-3 compagni di scuola per poter affrontare il momento di studio in allegria;

2) DIVERTIMENTO! Rendere divertenti gli esercizi di matematica o di italiano si può, basta creare una caccia al tesoro con risoluzione di problemi, calcolo di divisioni, analisi grammaticale e logica oppure un gioco a caselle (tipo gioco dell’oca) dove vince chi arriva prima al traguardo. In questi casi date una ricompensa al vincitore ma anche dei premi di consolazione;

3) Invogliare a leggere non è facile, ma con l’animazione alla lettura tutto diventa più coinvolgente. Esistono tantissime attività per animare le letture. Inventare il finale a sorpresa per poi andare a scoprire come si concludeva la storia (così si scrive anche!!), creare dei disegni ispirati a ciò che si è letto per poi metterli in ordine (un ottimo modo per comprendere meglio il testo), andare in una pagina a caso del libro e leggere 10-20 pagine cercando di ricostruire la storia sulla base di quelle pagine, la curiosità stuzzicherà il bambino che andrà a leggere il resto della storia;

4) Suggerire di tenere un diario personale per le femmine e un diario di bordo per i maschi. La differenza sta nel fatto che nel secondo caso si percepirà il diario come il libro delle proprie avventure e sicuramente è più adatto per i maschi.

5) Fare dei laboratori di scienza, tecnica, coltivazione della terra e tutto ciò che può incuriosire i nostri bambini al fine di ripassare la scienze.

Sicuramente questi suggerimenti richiedono impegno da parte dei genitori per preparare i giochi e seguire le ore di studio-divertimento, ma vi assicuro che anche mamma e papà si divertiranno e scopriranno un nuovo modo di fare scuola.

BUONO STUDIO DIVERTENTE!!!!!

 

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>