I divieti aiutano a crescere

i divieti aiutano a crescere

I divieti aiutano a crescere sicuri e su basi solide.
Oggi sono molti, direi troppi i bambini che non accettano i divieti, vivendoli con un senso di frustrazione e insoddisfazione. La reazione dell’adulto davanti a un bambino che si oppone a un rifiuto è spesso ambigua e ambivalente (a un primo momento di fermezza e autorevolezza educativa segue un inadeguato lasciar fare e accontentamento del capriccio o della richiesta).
Quali sono le conseguenze di questi scenari? I bambini che ottengono ciò che vogliono e che non hanno divieti saranno domani adulti insicuri o bulli comunque insicuri. D’altronde mi metto nei panni di un bambino che fa tutto ciò che vuole e penso che mi sentirei padrone di tutto e di tutti.
È difficile oggi educare i bambini ma è anche vero che c’è molta più informazione sul ruolo del genitore e su quello che si può fare per educare al meglio i figli.

 

Leggi anche: Bambini autonomi, bambini sereni

 

Io lavoro a contatto con le famiglie e soprattutto con i bambini: vedere il disorientamento delle famiglie e dei figli in particolar modo, è un dramma della nostra società davanti il quale non possiamo chiudere gli occhi e far finta di niente.
I genitori spesso si sentono in colpa per la loro assenza o per il senso di inadeguatezza educativa e accontentano i figli in tutto. Ciò che più mi preoccupa è che i loro figli, abituati ad ottenere tutto e subito, non riescono a vivere serenamente il divieto o le regole provando un forte senso di frustrazione.

Ecco alcuni consigli rivolti ai genitori:

1) Non sentitevi in colpa

Se lavorate tutto il giorno e non potete seguire costantemente i vostri bambini, non sentitevi in colpa! Piuttosto quando siete a casa con loro o trascorrete del tempo insieme, dedicate le vostre energie al gioco. Anche se il tempo che dedicate sarà poco, dovrà essere di qualità!

2) Date delle regole

Poche regole ma da rispettare sempre!! Le regole, lo dice la parola stessa, regolano il modo di essere e di fare, senza di esse si vivrebbe nell’anarchia più totale.

3) Dite no!

Se pensate che una cosa non si debba fare dite con fermezza, No! I vostri divieti sono una palestra di vita per i bambini. Anche se potrebbe essere frustrante sia per voi che per loro, sono sicura che il vostro NO vi aiuterà a instaurare un rapporto sano genitore-figlio in cui i ruoli sono definiti.

4) Siate coerenti

La coerenza educativa è alla base della sicurezza dei bambini. Essere coerenti come genitori significa sia adottare uno stile educativo comune (entrambi i genitori devono essere d’accordo sulle decisioni da prendere o comunque non devono discuterne davanti ai figli), sia essere coerenti nella comunicazione con i figli (dire di no in un primo momento e sì in un secondo è diseducativo).

 

Se hai trovato interessante il mio articolo condividilo sui social network e con i tuoi amici.

Non abbiate paura dunque di dire NO!!

 

Seguimi su:

Facebook: Gioco Imparo Cresco

Twitter: Educatrice Sonia

 

Scrivimi su: sonia.paratore@gmail.com

 

Educatrice Sonia

 

 

 

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>