Lettura a scuola: strategie per appassionare i bambini

lettura a scuola

La lettura a scuola è una delle attività più praticate sia in classe sia a casa per lo svolgimento dei compiti, ma quanti sono i bambini che aprono i libri con gioia, motivati dalla curiosità di conoscere nuove avventure e affascinati dai racconti di animali e personaggi fantastici? Nella mia esperienza di educatrice ho conosciuto pochi bambini entusiasmati dall’idea di leggere una pagina di testo, rari sono stati i bambini con il sorriso all’apertura del libro. Poi però succede qualcosa, l’avventura o il racconto prendono forma nella mente e così l’odiato testo, diventa piacevole: la lettura è magica per questo, vive della realtà dello scrittore ma soprattutto della fantasia del lettore. Ogni lettore interpreta e immagina secondo il proprio vissuto interiore così ogni lettore diventa artefice del racconto che legge. E’ pur vero che in molti casi i bambini non sono invogliati a leggere e a scoprire questo fantastico mondo.

La scuola dunque cosa può fare per i suoi lettori? Ecco alcune strategie utili per motivare i bambini a leggere. Abbiamo già parlato della lettura in famiglia vediamo dunque la lettura a scuola.

  1. L’angolo della lettura al nido e alla scuola dell’infanzia. Leggere ai bambini piccoli, mostrare e far toccare loro i libri aumenta il loro desiderio di lettura. L’ideale sarebbe dedicare a quest’attività uno spazio quotidiano che sia vissuto con gioia e attesa da parte dei bambini. L’angolo della lettura è facile da creare: basta utilizzare dei cuscini, avere a disposizione una piccola libreria a portata di tutti, adatta all’età dei futuri lettori che da parte loro metteranno la fantasia e l’immaginazione.
  2. Lettura a scuola, rispettiamo ogni bambino. Ogni bambino ha i suoi tempi di apprendimento e anche per la lettura c’è chi impara prima e chi dopo. E’ fondamentale rispettare i tempi di ognuno, motivando tutti e gratificando ognuno per i piccoli progressi compiuti. E’ importante che il bambino viva con gioia la lettura e non venga mai demotivato o scoraggiato.
  3.  Biblioteca in classe. Avere una piccola biblioteca in classe da rinnovare continuamente permette a ognuno di avvicinarsi alla lettura secondo le proprie preferenze.
  4. Book crossing. Si tratta di un’attività molto interessante che consiste nello scambio di libri. Ognuno porta un libro che ha letto e lo ripone sotto il banco di un compagno. Scambiare i libri significa aprirsi a generi diversi e scoprire nuove storie che magari non avremmo mai immaginato di leggere.
  5. Creare gruppi di lettura. Leggere in gruppo rende più piacevole quest’attività e alimenta lo scambio di idee. Le attività di gruppo inoltre favoriscono l’acquisizione di abilità sociali e di comunicazione.
  6. Animare la lettura. Per rendere piacevole la fruizione della lettura, un aiuto ci viene dato dall’animazione della lettura. Leggere in modo sterile spesso annoia, proporre un’attività di lettura animata motiva i bambini a leggere.
  7. Prendere spunto dal libro di testo. I testi proposti nei libri didattici sono tratti da libri che potrebbero essere letti nella loro totalità.
  8. Scrivere e leggere un libro. Creare un racconto in classe stimola i bambini a leggerlo e libera la loro creatività.

Questi sono solo alcuni suggerimenti che renderanno i vostri bambini più vicini alla lettura.

Leggi l’articolo e fammi sapere cosa pensi.

Seguimi su

Facebook: Gioco Imparo Cresco

Twitter: Educatrice Sonia

 

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>