Metodo di studio. Consigli efficaci per fare bene i compiti

metodo di studio

Avere un metodo di studio significa vivere i compiti serenamente.

Studiare in modo disorganizzato, non rispettare i tempi di consegna, gestire male il proprio carico di lavoro sono tutte modalità di approccio allo studio errate.

Faccio un esempio.

Luca e Marco sono compagni di classe e amici inseparabili. Sono entrambi svegli ed intelligenti ma i risultati a scuola sono diversi. Mentre Marco rispetta le consegne, esegue i compiti a casa nei tempi attesi, organizza e pianifica il suo lavoro, Luca non sempre consegna i lavori completi, spesso si ritrova a studiare anche dopo cena, è disorganizzato e non pianifica il suo lavoro. 

Così mentre per Marco la scuola è un impegno costante che soddisfa sia lui che i suoi genitori, per Luca la scuola è un ostacolo alla sua vita. 

Luca si impegna molto, ma non riesce proprio a raggiungere i suoi obiettivi, se non con estrema fatica.

Qual è la differenza tra i due studenti? Marco segue un metodo di studio, Luca no. 

La risposta è ovvia, scontata, ma che tutti gli studenti abbiano un metodo di studio questo non è per nulla scontato. Anzi, al contrario, la maggior parte degli studenti non sa da dove cominciare. E allora come possiamo aiutare i nostri supereroi a combattere contro il disinteresse e la disorganizzazione? Ecco alcuni consigli pratici.

Consigli pratici per ottimizzare il metodo di studio

Per un buon metodo di studio, innanzitutto è importante rispettare i tempi di ogni bambino/ragazzo: se è vero che impiega meno tempo per svolgere i compiti un bambino organizzato anziché uno che non lo è, comunque è vero pure che i tempi di ciascuno cambiano.

1 Organizziamo i tempi.

E’ importante pianificare le attività seguendo uno schema in cui vengano precisati i tempi (minuti, ore) e le pause. Ad esempio: Luca deve eseguire 10 operazioni e un problema. Stabiliamo i tempi di consegna:  45 minuti per le operazioni, 20 minuti per il problema. Stabiliamo inoltre le pause: una pausa dopo aver eseguito 7 operazioni e una dopo il problema. Lo stesso si farà con i compiti delle altre materie. Se utilizziamo una lavagna o un cartellone da appendere al muro per il bambino sarà più divertente.

2 Organizziamo gli spazi.

E’ importante dove si fanno i compiti, cerchiamo un luogo della casa illuminato, lontano da fonti di distrazioni e abbastanza grande per poter gestire il lavoro. E’ importante inoltre che sul tavolo/banco/scrivania non ci siano altri oggetti fuorché i materiali di studio della materia specifica. Chiediamo sempre al bambino di gestire le sue cose. Evitiamo di sistemargli lo zaino, o di preparargli i materiali per lo studio, piuttosto spieghiamogli come si fa. Questo lo renderà più responsabile.

3 Diamo delle regole.

Le regole sono fondamentali per crescere e per responsabilizzarsi. Regolare significa modificare il comportamento di qualcuno sulla base di indicazioni precise. Ad esempio se diamo la regola di iniziare i compiti alle 16, ogni pomeriggio dobbiamo farla rispettare. Altra regola importante è finire i compiti prima di dedicarsi ad altre attività: ciò non vuol dire che Luca impiegherà 4 ore consecutive per fare i compiti, ma che dovrà seguire i tempi e le pause prestabilite.

4 Spieghiamo come si fa.

La risoluzione di un problema, lo svolgimento di un tema, studiare 5 pagine di geografia non per tutti è facile. Aiutiamo gli studenti a capire come si fa. Non sostituiamoci a lui, ma piuttosto insegniamo delle strategie. Ad esempio per la risoluzione di un problema scriviamo su una lavagna gli step da seguire: 1. leggi attentamente il problema e la sua richiesta; 2. scrivi i dati a tua disposizione e cosa dobbiamo trovare; 3. elabora delle ipotesi di soluzione; 4. opera, esegui i calcoli; 5. verifica se hai fatto bene; 6. scrivi la risposta.

Seguite queste indicazioni e vedrete che arriveranno i risultati. Abbiate pazienza e premiate i vostri figli a ogni risultato ottenuto, non puniteli se sbagliano. ricordate inoltre che ognuno troverà il suo personale metodo di studio avanzando nella vita scolastica.

Potete lasciare un commento, scrivendo il metodo di studio che utilizzate per studiare o chiedere consulenza scrivendo alla mia pagina facebook Gioco Imparo Cresco oppure all’indirizzo e-mail [email protected]

Articoli Interessanti

Moltiplicazioni e divisioni per 10-100-1000 Sembrano semplici ma non per tutti è così. Ho pensato di proporre degli esempi con la semplificazione di freccette che saltano di uno, due o tre posti...
Geografia…a staffetta Come si può rendere interessante una lezione di geografia? Imparare a memoria i nomi di fiumi, laghi, montagne, città, di una regione, di uno stato o ...
 

Comments are closed.