Cosa metto in valigia? Ovvero apprendere la geografia divertendosi

Cosa metto in valigia? Per apprendere la geografia divertendosi, ho pensato a un viaggio immaginario nei luoghi da studiare. L’ho messo in pratica con una bambina di quinta che non amava la geografia e il risultato è stato sorprendente. La ragazza faceva fatica a ricordare ciò che aveva studiato, così le ho fatto immaginare di andare in viaggio nel Molise, regione che stavamo studiando. -Cosa metti in valigia?- le ho chiesto e da questa domanda si sono scatenate le associazioni di idee. Abbiamo immaginato di incontrare gli abitanti del posto che ci hanno parlato delle loro attività e di come vivono nella loro regione. In classe si potrebbe proporre un laboratorio di teatro o semplicemente un gioco di immaginazione in cui si fanno domande create ad hoc. Ecco qualche:

– Dove sei stato di bello?

– Cosa hai messo in valigia?

– Chi hai incontrato?

– Quali città hai visitato?

Questi sono solo esempi, per condurre il gioco è necessario avere tanta immaginazione e soprattutto capacità di stimolare la curiosità degli alunni.

Articoli Interessanti

Ecosostenibilità: Rispettiamo Madre Terra Spiagge piene di rifiuti, strade tappezzate di cicche di sigarette, bottiglie di plastica ovunque, fiumi sporchi e inquinati. La bellezza della natura...
LA FANTASIA DI CARLOTTA Carlotta è una mia amica, un po' strana in verità. Ogni tanto la mia famiglia con la sua si riuniscono per mangiare la pizza. A Carlotta non piace la ...
Filastrocca della C dura Filastrocca della C dura per l'apprendimento di questo suono e per imparare a discernerlo dal suono dolce della C.    Formichina che fatica! ...